‪Chiesa di San Francesco‬

חוות דעת על ‪Chiesa di San Francesco‬, פנה סן ג'ובאני

‪Chiesa di San Francesco‬
4.5
‪נקודות עניין וציוני דרך‬
מידע נוסף
The area
Address
‪Best nearby‬
‪Restaurants‬
‪16 within 5 kms‬
‪Attractions‬
‪39 within 10 kms‬

4.5
‪2 reviews‬
‪Excellent‬
‪1‬
‪Very good‬
‪1‬
‪Average‬
‪0‬
‪Poor‬
‪0‬
‪Terrible‬
‪0‬

Giordano B
‪17 contributions‬
עסקי • מאי 2015
‪Se si chiede informazioni spesso il parroco è disponibile ad aprire questa vecchia e bella chiesa che conserva intatta la sua struttura barocca‬
‪Written 11 ביוני 2015‬
‪This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of TripAdvisor LLC.‬

giamaco83
פנה סן ג'ובאני, איטליה‪168 contributions‬
לבד • יוני 2013
‪Punto di riferimento dell’abitato è la Chiesa di San Francesco, cui era unito il Convento dei Frati Minori, eretta a partire dal 1467 quando i Francescani si trasferirono entro la cerchia muraria, abbandonando il convento delle Grazie appena fuori Porta Marina. L’edificio, che si trova poco distante dalla Piazza Maggiore, lungo il corso principale e proprio all’ingresso dell’antica Piazza Pretoria, sulla sinistra, venne rifabbricato nel XVIII secolo e ridotto a forma di croce latina sopra l’antica costruzione. L’esterno presenta un’architettura semplice con alcune modanature che arieggiano il gusto barocco. Mancano del tutto gli elementi decorativi dell’antica facciata. Oggi il portale costituisce il maggiore ornamento; particolare rilievo assume la decorazione plastica dei capitelli. Nel 1729 nell’adattarsi al barocco, la chiesa venne ampliata con l’aggiunta dell’abside. Discosto dall’abside un pregevole coro in noce costruito nel 1757 dall’ebanisteria di Giovanni Serrano di Sarnano. Sul prodromo della navata, in magnifica posizione, è collocato un ottimo organo che armonizza con lo stile della chiesa, costruito da Antonio Fioretti e Giuseppe Attili nel 1732. Tra i dipinti che figurano nel tempio si ammirano: un’Immacolata Concezione e Santi dell’urbinate Girolamo Cialtieri; una Crocifissione attribuibile a Guido Reni o alla sua scuola; una Madonna di Loreto in gloria e Santi, attribuito ad artista di scuola romana vicino al Cavallucci; l’Assunzione di Maria e il Riposo durante la fuga in Egitto, opere del pittore pennese Antonio Liozzi; il San Liborio, attribuito alla scuola del Domenichino; altro quadro del Cialtieri è quello che rappresenta il Beato Giovanni che offre il paese alla protezione della Madonna del pianto. Nella sacrestia si trovano opere che formavano precedentemente la dotazione della Chiesa di Sant’Antonio Abate, opere donate da Giuseppe Colucci nel 1786: una statua lignea della Vergine del Rosario, scolpita da Antonio Molini; un artistico Gesù Crocifisso in legno, opera d’ignoto scultore napoletano, eseguita nel 1767 per incarico della Confraternita del Rosario; un quadro di Giuseppe Ghezzi con la Madonna che libera alcune anime del Purgatorio. Tra gli affreschi, facenti parte della chiesa primitiva, di autore ignoto, si possono apprezzare quelli della Madonna del buon soccorso e lo Sposalizio mistico di Santa Caterina.‬
‪Written 13 במאי 2014‬
‪This review is the subjective opinion of a Tripadvisor member and not of TripAdvisor LLC.‬
‪Anything missing or inaccurate?‬
‪Suggest edits to improve what we show.‬
‪Improve this listing‬